Stile di vita

(fattori di rischio del cancro
(fonte: R. Beliveau, D. Gingras, "L'alimentazione anti-cancro", Sperling & Kupfer, Milano 2006)

 

In Italia, secondo l’ultima indagine del Ministero della Salute, il cancro è responsabile del 30% dei decessi, e il trend è in aumento. Le ricerche più recenti dimostrano che esiste una relazione diretta tra gli stili di vita e le malattie croniche, e che oltre i due terzi dei tumori più comuni è dovuto a fattori direttamente legati allo stile di vita. 

Il WCRF (World Cancer Research Fund – www.wcrf.org), la più riconosciuta organizzazione mondiale che conduce ricerche sull’impatto della dieta, il controllo del peso e l'attività fisica nella prevenzione del cancro, ha elaborato 10 raccomandazioni per la prevenzione del cancro:

 

Mantenersi più magri possibile senza scendere sottopeso

Le nostre analisi mostrano una forte evidenza che l'aumento di peso, sovrappeso e obesità aumenta il rischio di un certo numero di tumori, tra cui intestino, mammella (postmenopausa), prostata (cancro avanzato), pancreas, endometrio, rene, fegato, cistifellea , esofageo (adenocarcinoma) e tumori ovarici. Il mantenimento di un peso sano - attraverso una dieta equilibrata e una regolare attività fisica - aiuta a ridurre il rischio di sviluppare il cancro. La nostra raccomandazione è di rimanere più snelli possibile, entro i valori normali di peso corporeo:

  • evitare il sovrappeso nei bambini e negli adolescenti.
  • Mantenere il peso forma tutta la vita (BMI 18,5 - 24,9)
  • Evitare l’aumento di peso e l’aumento della circonferenza di vita durante l'età adulta.

Fare attività fisica almeno 30 minuti al giorno

  • Svolgere attività fisica moderata, p.es. camminare a ritmo veloce, per almeno 30 minuti al giorno.
  • Mano a mano che aumenta la resistenza, fissare l’obiettivo di 60 minuti al giorno di attività moderata, oppure di 30 minuti al giorno di attività fisica intensa.
  • Limitare le abitudini sedentarie, come guardare la televisione

Limitare il consumo di alimenti iper-calorici

  • Limitare il consumo di alimenti alta densità energetica (alimenti ricchi di grassi e/o zuccheri aggiunti e/o bassi in fibra con un contenuto energetico di più di circa 225-275 kcal per 100g)
  • Evitare le bevande zuccherate.
  • Limitare o (meglio) evitare il consumo di “fast food”.

N.B.: Gli alimenti ad alta densità energetica non trasformati, come noci e semi, hanno dimostrato di non contribuire all'aumento di peso se consumati moderatamente, e sono preziose fonti di sostanze nutritive

Mangiare verdura, frutta, cereali integrali, legumi

  • Mangiare almeno cinque porzioni (almeno 400 grammi) di verdura e frutta al giorno.
  • Mangiare cereali integrali e/o legumi ad ogni pasto.
  • Limitare gli alimenti raffinati ricchi di carboidrati e amido.
  • Mantenere un mix composto da diverse quantità di verdure e di frutta di diversi colori, tra cui rosso, verde, giallo, bianco, viola, arancio, compresi i prodotti derivati ​​del pomodoro e vegetali della famiglia dell’aglio.

Limitare il consumo di carni rosse ed evitare le carni trasformate

  • Limitare il consumo di carni rosse (manzo, maiale e agnello, capra) a meno di 500 g alla settimana.
  • Evitare le carni elaborate, cioè  salumi, insaccati, carni affumicate o conservate con sale o altri prodotti chimici.

Limitare il consumo di alcool

  • Per prevenire il cancro meglio evitare del tutto l'alcool
  • I bambini e le donne in gravidanza non dovrebbero consumare bevande alcoliche.
  • Se proprio vuoi bere, limita il consumo a non più di due bicchieri di vino al giorno per gli uomini e un bicchiere al giorno per le donne.
  • Evita del tutto i superalcoolici

Limitare le bevande zuccherate

  • Evitare del tutto le bevande zuccherate
  • Abituarsi a bere tè e caffè senza zucchero
  • I succhi di frutta, anche senza zucchero aggiunto, non dovrebbero essere consumati in grande quantità

Non utilizzare integratori per proteggersi contro il cancro

  • Le esigenze nutrizionali dovrebbero essere soddisfatte solo attraverso la dieta.
  • Quando non è possibile, p.es in alcune situazioni di malattia o di dieta inadeguata, è bene assumere integratori sotto controllo medico

Allattare i neonati fino a sei mesi

  • E bene per le madri allattare “esclusivamente” fino ai 6 mesi e poi fino a due anni aggiungendo gli alimenti appropriati alle dieta del bimbo.
  • L'allattamento al seno protegge sia madre e figlio
    (“esclusivamente” significa latte umano solo, con nessun altro cibo o bevande, compresa l'acqua)

Prevenzione per i malati di tumore

  • Dopo il trattamento, i malati di cancro dovrebbero seguire le raccomandazioni per la prevenzione del cancro.
  • Tutti i malati di cancro dovrebbero ricevere assistenza nutrizionale da un professionista adeguatamente preparato.
  • Se sono in grado di farlo, e salvo diverso avviso medico, dovrebbero seguire le raccomandazioni per la dieta, il peso forma, e l’attività fisica.

 

Le regole della prevenzione si applicano a tutti, ma soprattutto chi è stato colpito dal cancro e segue un percorso terapeutico è bene che adotti uno stile di vita ed un'alimentazione sana: osservare queste raccomandazioni aiuta il nostro corpo a mantenere un ambiente ostile al cancro e quindi aumenta l’efficacia delle terapie. In questa sezione potrai approfondire come:

 

È importante ricordare che le informazioni che presentiamo sono offerte per un  orientamento generale e  in nessun caso possono sostituire una consulenza medica specialistica. Se hai domande sui sintomi, la diagnostica o i trattamenti dei tumori del cervello ti preghiamo di contattare il tuo medico.

 

Questo sito usa i cookie per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.