Glioma diffuso della linea mediana

I gliomi diffusi della linea mediana sono tumori cerebrali di grado 4 che, prima della recente riclassificazione della OMS, erano denominati gliomi diffusi intrinseci del ponte (DIPG). Sono il secondo tipo più comune di tumore cerebrale primario di alto grado nei bambini, ma possono verificarsi anche nei giovani adulti. Sono neoplasie molto aggressive che coinvolgono più del 50% del ponte, una parte del tronco encefalico. Colpiscono tipicamente l'età pediatrica e tendono a infiltrare le strutture cerebrali vicine.

Posizione:

I gliomi diffusi della linea mediana (precedentemente chiamati DIPG) crescono nelle aree del cervello che si trovano nella linea mediana, che è la linea centrale naturale che divide il cervello tra le sue due metà. Crescono più comunemente nei ponti della regione del tronco encefalico, nel talamo e nel midollo spinale.

Sintomi:

I sintomi di un glioma diffuso della linea mediana (precedentemente chiamato DIPG) possono variare, poiché le aree in cui si sviluppano abitualmente sono responsabili di una serie di funzioni corporee diverse. I sintomi più comuni che possono manifestare i bambini includono:

  • problemi di deambulazione, coordinazione o equilibrio
  • debolezza delle braccia e delle gambe
  • difficoltà a controllare le espressioni facciali o un lato del viso che appare diverso dall'altro
  • difficoltà di linguaggio
  • problemi di deglutizione e masticazione
  • visione doppia o difficoltà a controllare il movimento degli occhi.

La crescita di un glioma mediano diffuso potrebbe anche bloccare il drenaggio del liquido cerebrospinale che circonda e nutre il cervello. Ciò può causare un accumulo di pressione nella testa, noto come idrocefalo, e può causare:

  • mal di testa (soprattutto al mattino)
  • nausea
  • stanchezza e affaticamento.

Trattamento:

A causa della sede di malattia non è proponibile un intervento chirurgico di asportazione del tumore. Attualmente il trattamento standard dei gliomi diffusi della linea mediana è rappresentato dalla radioterapia focalizzata sul tumore associata a un trattamento chemioterapico o chemio-immunoterapico. Purtroppo, però, questa terapia non ha ancora portato a un miglioramento significativo delle probabilità di guarigione dei bambini affetti da questa grave malattia tumorale. 

 

È importante ricordare che le informazioni che presentiamo sono offerte per un  orientamento generale e  in nessun caso possono sostituire una consulenza medica specialistica. Se hai domande sui sintomi, la diagnostica o i trattamenti dei tumori del cervello ti preghiamo di contattare il tuo medico.

 

Questo sito usa i cookie per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.