La crisi epilettica è un sintomo comune del tumore cerebrale. Una crisi può essere il primo indizio che qualcosa sta accadendo nel cervello. E’ particolarmente comune nei gliomi a crescita lenta, nei meningiomi situati nella convessità del cervello, e nei tumori cerebrali metastatici.

Circa il 60% dei pazienti con tumori cerebrali sperimenta una crisi epilettica, almeno una volta nel corso della loro malattia. Una crisi epilettica è causata da un'attività elettrica anomala nel cervello. Normalmente, le cellule nervose del nostro corpo comunicano tra loro mediante segnali elettrici. Se qualcosa interferisce con questi segnali e questi diventano più intensi, si rischia di avere una crisi epilettica. La crisi epilettica dura solo un breve periodo di tempo e può provocare movimenti inusuali, una perdita di coscienza, e/o alterazioni sensoriali. Vi sono differenti tipi di crisi a seconda della funzione del cervello da cui parte lo stimolo abnorme. Le crisi insorgono improvvisamente, senza apparente causa scatenante. Talora, prima della crisi, il soggetto avverte una sensazione particolare, chiamata "aura", e che può avere caratteristiche molteplici ma sempre uguali per la stessa persona.

Crisi parziali
Possono essere motorie o sensitive, partono da un arto e talora si diffondono alla metà del corpo. La manifestazione è quella di un movimento ritmico, non controllato, che dura uno o due minuti e non si associa a disturbi dello stato di coscienza. Crisi parziali possono essere caratterizzate da un sapore particolare, un odore sgradevole, una visione: nei casi in cui siano coinvolte le aree cerebrali predisposte.

Crisi generalizzate
Sono caratterizzate dalla perdita di coscienza e dal fatto che il soggetto non ne serba ricordo. Possono essere atoniche, cioè non associate a movimenti, o tonico-cloniche. La crisi generalizzata può cominciare come crisi parziale.
La crisi tonico-clonica o "grande male" è quella descritta dalla letteratura e dal cinema: il paziente perde coscienza, cade a terra, si irrigidisce, serra le mascelle, ha una serie di scosse, della durata di un minuto circa, bava alla bocca e perdita delle urine. E' un evento impressionante a vedersi ma non drammatico dal punto di vista medico, a meno che non si ripeta subito dopo. Cessa da solo e non ha bisogno di assistenza, se non di un cuscino dietro la testa e della posizione di fianco qualora il soggetto dovesse vomitare.

I sintomi dopo la crisi includono sonnolenza, mal di testa, confusione, dolori muscolari, breve debolezza o intorpidimento.

 

È importante ricordare che le informazioni che presentiamo sono offerte per un  orientamento generale e  in nessun caso possono sostituire una consulenza medica specialistica. Se hai domande sui sintomi, la diagnostica o i trattamenti dei tumori del cervello ti preghiamo di contattare il tuo medico.

Chi è online

Abbiamo 41 visitatori e nessun utente online

IRENE News

Petizione Online per la Continuità Assistenziale Petizione Online per la Continuità Assistenziale I malati di tumore cerebrale hanno bisogno di cure domiciliari specializzate: medico, infermiere, ...
Una Buona Causa Una Buona Causa AL GALOPPO CON EDDY leggi la storia della nostra amica Ilaria... C’è chi conosce la mia storia...
Concerto di Natale 2017 Concerto di Natale 2017 Il Concerto di Natale è un evento di raccolta fondi per finanziare i progetti di IRENE, e sarà...

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Dona il 5x1000 ad IRENE onlus

Diventa socio

Portale di Neuro-Oncologia

Portale di Neuro-Oncologia

Visita il nuovo Portale di Neuro-Oncologia del UOSD Neurologia dell'Istituto Nazionale Tumori Regina Elena
Link: portaleneuroncologia.it

IRE - Istituto Nazionale Tumori Regina Elena

Questo sito usa i cookie per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.