CORONAVIRUS: quali precauzioni per i malati oncologici

L'Italia è in piena emergenza Coronavirus e tutti noi dobbiamo cercare di contenere il contagio seguendo le regole di precauzione e igiene con massima attenzione.

Ripetiamo qui l’invito, oramai ampiamente diffuso,  a non uscire di casa per tutelare noi e i nostri cari. 

IO RESTO A CASA

è la scelta più saggia e responsabile che possiamo prendere!

La nostra prima preoccupazione è proteggere le persone più fragili, in particolare i malati oncologici. Sappiamo che il Covid-19 provoca conseguenze severe nelle persone affette da altre malattie, come patologie cardiovascolari, diabete, malattie respiratorie croniche, ipertensione e cancro.

Quali precauzioni per i pazienti oncologici?

Il Comitato Scientifico della Protezione Civile ha pubblicato le Raccomandazioni per la gestione dei pazienti oncologici e onco-ematologici in corso di emergenza da COVID-19, nelle quali, tra l'altro indica: 

Per tutti i pazienti (sia quelli che hanno completato il percorso terapeutico, che quelli ancora in trattamento) si raccomandano le seguenti norme igieniche:

  1. evitare, ove possibile, luoghi affollati;
  2. indossare la mascherina (di comune uso, quali quelle chirurgiche) fuori dal domicilio, in particolare quando si rendano necessarie visite in ospedale per visite, esami e/o trattamenti;
  3. eseguire un’accurata e frequente igiene delle mani (si vedano anche le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sul lavaggio delle mani);
  4. evitare le visite al proprio domicilio da parte di familiari o amici con sintomi respiratori e/o provenienti da aree a rischio;
  5. al fine di evitare contagi in ambito lavorativo si suggerisce di mantenere una distanza di almeno un metro (meglio anche due) dai colleghi che presentino sintomi respiratori, invitandoli ad indossare una mascherina.

Per i pazienti he hanno completato il percorso terapeutico:

  • Si raccomanda di posticipare, laddove possibile e in accordo con gli specialisti del settore che hanno in carico il paziente, i controlli periodici, in modo da limitare al massimo la frequentazione delle strutture sanitarie (sia per limitare il rischio di esposizione a SARS-CoV-2, sia per ridurre la mole di lavoro di strutture già in parte sovraccariche).

I medici curanti sono a conoscenza di queste direttive, e in caso di dubbio è bene consultarsi con loro.

E soprattutto non diamo ascolto alle fake news!
Le indicazioni da seguire e diffondere sono quelle date dal Ministero della Salute.

Infine, a nome di tutti gli amici di IRENE, un GRAZIE DI CUORE agli operatori della sanità (medici, infermieri, tecnici, ausiliari, ecc.) che combattono in prima linea per salvare le nostre vite, mettendo a rischio le loro.

News

XV Giornata Nazionale del Malato Oncologico XV Giornata Nazionale del Malato Oncologico Le celebrazioni della XV Giornata Nazionale del Malato Oncologico si sono tenute a Roma il 17 maggio 2020.  Si sono riunite sotto un’unica voce, FAVO (Federazione Italiana delle Associazioni...
IBTA e-News Febbraio 2020 IBTA e-News Febbraio 2020       Leggi le ultime notizie dalla International Brain Tumor AssociationIBTA News Febbraio 2020
CORONAVIRUS: quali precauzioni per i malati oncologici L'Italia è in piena emergenza Coronavirus e tutti noi dobbiamo cercare di contenere il contagio seguendo le regole di precauzione e igiene con massima attenzione.

Questo sito usa i cookie per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.