Le abilità cognitive - la capacità di pensare, ragionare, e di elaborare le informazioni - possono essere alterate dal tumore e dai trattamenti. Dalla posizione del tumore, dai protocolli utilizzati per trattarlo, e dalla tua fisiologia dipende se la tua capacità cognitiva è colpita, quanto gravemente, e quali terapie possono essere utilizzate per superare eventuali deficit.

Separata dal ragionamento e dal pensiero anche la memoria può essere compromessa. La memoria e le capacità cognitive si appoggiano l’una con le altre e se una è compromessa anche le altre sono interessate. Ci sono due tipi di memoria. La memoria a breve termine serve da deposito per le informazioni solo per un paio di secondi. La memoria a lungo termine che registra le informazioni nel tuo archivio personale infinito, per il successivo riuso. Non è raro perdere la funzione della memoria a breve termine e mantenere ancora una eccellente memoria a lungo termine.

Queste sono solo alcune delle cose che possono influenzare la funzione cognitiva e della memoria:

  • Il tumore. A seconda della sua posizione, e probabile che interesserà alcune funzioni, direttamente o indirettamente.
  • Il trattamento. La chirurgia, la radioterapia e la chemioterapia possono interferire con la memoria e le tue abilità di pensiero e ragionamento, almeno temporaneamente.
  • La fatigue. E’ uno degli effetti collaterali più comuni del tumore, e la stanchezza cronica può esaurire l'energia necessaria a pensare e ricordare.
  • I farmaci. Anche i farmaci da banco (che puoi acquistare senza ricetta medica) possono influenzare le capacità cognitive. E’ importante esaminare i possibili effetti collaterali dei farmaci con il medico.

Ci sono molti modi diversi in cui la memoria e le abilità cognitive possono essere compromessi, quindi se tu o un familiare osservate un cambiamento nel modo in cui gestisci le informazioni e le attività quotidiane, è importante parlarne con il medico. Alcuni esempi:

  • Avere difficoltà a ricordare i nomi di oggetti di uso comune come la parola "bicchiere", o altre parole semplici di uso comune.
  • Chiedere che cosa c'è per cena, e poi chiedere ancora e ancora ogni cinque minuti, come se si trattasse di una nuova domanda.
  • Perdere la capacità di leggere o riconoscere parole o numeri in una pagina, incapacità di concentrarsi, incapacità di completare le attività semplici o seguire semplici istruzioni.
  • Problemi con le abilità motorie, come usare le posate, abbottonarsi vestiti, o camminare.
  • Cambiamenti nel comportamento e della personalità, come improvvisi scoppi di rabbia o di aggressività in una persona normalmente accomodante.

E’ normale che i pazienti possano sentirsi frustrati, alla difensiva e in imbarazzo per le loro ridotte capacità. Lo stesso per i familiari / caregivers che possono sentirsi frustrati e impotenti.

Le terapie disponibili per i pazienti con tumore cerebrale sono in qualche modo simili alle terapie utilizzate da quelli con lesioni cerebrali. Tuttavia, una recente ricerca suggerisce che, mentre una terapia intensiva può essere appropriata per pazienti con lesioni cerebrali, con un tocco più leggero è possibile ottenere risultati migliori nei casi di tumore cerebrale. Il primo passo in questo processo è quello di sottoporsi a una valutazione neuropsicologica.

  1. Chiedi a un familiare o un caregiver di tenere traccia dei cambiamenti nel modo di pensare, e nella capacità di memoria. E’ sempre difficile ricordare tutte le domande da fare vostro medico, ma pensa che quando c’è un deficit di memoria è molto peggio.
  2. Dopo aver ascoltato le tue preoccupazioni, il medico può fare un semplice esame oppure prescriverti una valutazione più approfondita da parte di un neuropsicologo o neurologo specializzato nei tumori cerebrali o traumi cerebrali.
  3. Non ti preparare per valutazione. Non è un esame dove vogliamo andare il meglio possibile. Piuttosto vogliamo che il medico conosca esattamente i nostri problemi, in modo che la diagnosi sia accurata e la terapia corretta. Basta dormire bene e mangiare un pasto equilibrato prima dell'appuntamento. Indossa un abbigliamento comodo, e ricorda di portare con te la lista dei sintomi. E’ sempre utile avere qualcuno che ti accompagni, un altro paio di orecchie per ascoltare e comprendere quello che il medico consiglia.

Ci sono molti tipi differenti di valutazioni. Alcuni possono durare qualche ora e altri sono molto più brevi. I risultati daranno lo specialista un'idea di che tipo di danno il tuo cervello ha subito, e quale programma di terapia e riabilitazione può essere il più appropriato.

Con l'aiuto della giusta terapia, la memoria, il pensiero e abilità fisiche possono essere recuperati. Può succedere che le capacità non tornino a essere le stesse di prima del tumore, tuttavia gli effetti positivi della terapia possono aiutarti a sentirti più sicuro e migliorare la qualità di vita.

 

È importante ricordare che le informazioni che presentiamo sono offerte per un  orientamento generale e  in nessun caso possono sostituire una consulenza medica specialistica. Se hai domande sui sintomi, la diagnostica o i trattamenti dei tumori del cervello ti preghiamo di contattare il tuo medico.

Chi è online

Abbiamo 44 visitatori e nessun utente online

IRENE News

Petizione Online per la Continuità Assistenziale Petizione Online per la Continuità Assistenziale I malati di tumore cerebrale hanno bisogno di cure domiciliari specializzate: medico, infermiere, ...
Una Buona Causa Una Buona Causa AL GALOPPO CON EDDY leggi la storia della nostra amica Ilaria... C’è chi conosce la mia storia...
Concerto di Natale 2017 Concerto di Natale 2017 Il Concerto di Natale è un evento di raccolta fondi per finanziare i progetti di IRENE, e sarà...

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Dona il 5x1000 ad IRENE onlus

Diventa socio

Portale di Neuro-Oncologia

Portale di Neuro-Oncologia

Visita il nuovo Portale di Neuro-Oncologia del UOSD Neurologia dell'Istituto Nazionale Tumori Regina Elena
Link: portaleneuroncologia.it

IRE - Istituto Nazionale Tumori Regina Elena

Questo sito usa i cookie per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.