• Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: eccomi

eccomi 1 Anno 8 Mesi fa #51

  • valeria
  • Avatar di valeria
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 9
  • Karma: 1
  • Ringraziamenti ricevuti 2
Grazie dell'aiuto! Le do subito i tuoi consigli! Valeria

eccomi 1 Anno 8 Mesi fa #50

  • Veronica
  • Avatar di Veronica Autore della discussione
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 3
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Cara Valeria
questi sono alcuni consigli per come prepararsi ai trattamenti. Sono piccoli consigli che ognuno deve poi adattare a se (non siamo fatti tutti uguali)
PRIMA DELLA CURA – La dieta, in questa fase, deve aiutare l’organismo ed in particolare l’intestino, a prepararsi a ricevere la chemioterapia. Dunque gli alimenti vanno scelti in funzione della loro azione protettiva contro possibili disturbi intestinali (molto spesso gli antiemetici somministrati con la chemioterapia determinano stitichezza che aumenta di conseguenza nausea
Colazione - Se piace il latte, un giorno alla settimana sarebbe bene bere quello di mucca e nei restanti giorni il latte di soia, di mandorla, di riso o di avena al cui gusto ci si può abituare mescolandolo del muesli o dei fiocchi di cereali. La bevanda va accompagnata con pane integrale, marmellate senza zucchero, frutta fresca e secca.
Pranzo - Può essere indicata una zuppa di verdura e di miso (un condimento derivante dalla soia gialla), o una insalata da variare ogni giorno a cui fare seguire una pasta o un riso integrale, utili a fornire gli zuccheri che verranno bruciati nell’arco della giornata, conditi con delle verdure.
Cena: E’ bene scegliere fra un piatto di cereali (grano integrale, farro, orzo) e legumi integrali (fagioli, piselli, lenticchie, ceci, fave, tofu, azuki) oppure pesce. Uova o carne, preferibilmente bianca, vanno mangiati più di rado. Fra i formaggi optare per la ricotta, accompagnando sempre ogni pietanza con verdura o zuppa di verdura.
Meglio non mangiare la frutta a fine pasto che può fermentare e rallentare la digestione, ma consumarla prima o fra i pasti principali.
DURANTE LA CURA – Obiettivo è impostare una dieta che possa contribuire a prevenire, contenere o combattere gli effetti collaterali, rappresentati principalmente da mucositi, nausea e vomito. Ecco i cibi ad hoc e quelli sconsigliati.
Da preferire:
• Il pesce azzurro per l’elevato contenuto di grassi (omega-3) ad ’azione anti-infiammatoria.
• Le proteine vegetali in forma raffinata (evitando cioè le fibre), quali creme di cereali o di legumi. Alcune infiammazioni intestinali (le enteriti) generate da farmaci potrebbero causare anche una intolleranza al glutine; sono pertanto da evitare grano, orzo, segale, avena e farro a favore di riso (anche integrale ma molto ben cotto) e miglio.
• Alimenti proteici vegetali ricchi di amminoacidi liberi (come il miso) sia sotto forma di zuppa che di condimento per cereali. La zuppa di miso favorisce anche la digestione ed è indicata per accompagnare quotidianamente tutti i pasti. In qualche caso si può ricorrere allo yogurt, ma in modeste quantità.
Da evitare:
• Fibre di cereali, specie se indurite dalla cottura al forno (pane integrale e pizza, alimenti grezzi) che possono produrre irritazioni meccaniche.
• Proteine animali (carne rossa e conservata) che possono produrre sostanze tossiche per la mucosa dell’intestino o favorire processi infiammatori a causa dell’elevata presenza di alcuni acidi.
• Il latte (in particolare se vi sono in corso stati infiammatori intestinali provocati da enteriti da raggi e da chemioterapici) poiché il danno all’intestino tenue può compromettere la capacità di digerire il lattosio scatenando possibili diarree.
• Zucchero e farine molto raffinate o altri amidi ad alto indice glicemico, quali patate e mais, dolci di pasticceria a favore di dolci al cucchiaio su ricette macrobiotiche, e dolcificanti con malti.
DOPO LA CURA – Alla fine della chemioterapia, per assicurare un sufficiente apporto nutritivo e pervenire l’aumento di peso, la dieta dovrà ritornare a un equilibrio fra verdure e cereali poco raffinati, e pesce evitando invece alimenti ad alto indice glicemico (zucchero) o contenuto di grassi che favoriscono l’aumento di peso e l’obesità.
Nausea e vomito – Frazionare i pasti in 5-6 spuntini affinché lo stomaco non resti mai vuoto, masticare lentamente il cibo che deve essere a temperatura ambiente. Scegliere soprattutto cibi salati e asciutti (ad esempio gallette di riso integrale già salate), evitando fritti o cibi con forte odore, cereali cotti al formo e proteine animali. Non assumere grandi quantità di liquidi durante i pasti.Pinzimonio con verdure fresce (carote, finocchi e sedano)
Spero siano utili a presto
Veronica

eccomi 1 Anno 8 Mesi fa #49

  • valeria
  • Avatar di valeria
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 9
  • Karma: 1
  • Ringraziamenti ricevuti 2
Buongiorno! Ricordo che durante la presentazione hai detto che ci sono dei cibi che contrastano la nausea ma non ricordo quali. Visto che un'amica di mamma sta facendo la chemioterapia, mi chiedevo se puoi darmi una dieta "anti-nausea" che la possa aiutare. Grazie!
Valeria

eccomi 1 Anno 8 Mesi fa #47

  • Veronica
  • Avatar di Veronica Autore della discussione
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 3
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Ciao a tutti,
se avete domande o argomenti da trattare contattatemi anche su questo forum
Veronica Villani
  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.287 secondi
Powered by Forum Kunena

Chi è online

Abbiamo 94 visitatori e nessun utente online

Iscriviti alla nostra Newsletter

Questo sito usa i cookie per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.