I frutti comunemente denominati “frutta secca” (noci, nocciole, noci pecan, brasiliane, di macadamia, mandorle, anacardi, pinoli, pistacchi e arachidi, sesamo) sono forse una delle classi di cibi che esercita i maggiori effetti benefici sulla salute. Vari studi indicano che il consumo di tre porzioni di noci a settimana porta a una riduzione del 30% del rischio di morte prematura abbassando il rischio di malattie cardiache, diabete tipo 2, patologie respiratorie e cancro, in particolare al colon e alla prostata, grazie all’elevato contenuto di omega-3 antinfiammatori, fibre e composti fenolici tipico delle noci.

Molte persone evitano di mangiare frutta secca per il suo elevato contenuto calorico. Evidentemente non bisogna mangiarne grandi quantità, come magari facciamo a Natale. Tuttavia alcuni studi indicano che al loro consumo è associato un rischio ridotto di obesità. Questi frutti rappresentano ottimi spuntini i cui effetti positivi sulla salute sono spesso ancora poco conosciuti.

 

È importante ricordare che le informazioni che presentiamo sono offerte per un  orientamento generale e  in nessun caso possono sostituire una consulenza medica specialistica. Se hai domande sui sintomi, la diagnostica o i trattamenti dei tumori del cervello ti preghiamo di contattare il tuo medico.

Chi è online

Abbiamo 57 visitatori e nessun utente online

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Dona il 5x1000 ad IRENE onlus

Diventa socio

Portale di Neuro-Oncologia

Portale di Neuro-Oncologia

Visita il nuovo Portale di Neuro-Oncologia del UOSD Neurologia dell'Istituto Nazionale Tumori Regina Elena
Link: portaleneuroncologia.it

IRE - Istituto Nazionale Tumori Regina Elena

Questo sito usa i cookie per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.